Pierre Gasly (AT03-04, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:21.422, 8° pos., 23 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:20.917, 11° pos., 28 giri

“È bello tornare a Barcellona. Per noi però è stata una giornata estremamente difficile. Non riusciamo a portare la macchina dove vogliamo, le condizioni non ci aiutano e sono difficili da affrontare, ma questo vale per tutti. Non sarà una gara facile per nessuno: la macchina non ha mai gradito il gran caldo e dunque dovremo analizzare i dati stasera e capire cosa fare per ottenere il massimo. Abbiamo tante cose su cui lavorare stasera e domani, dopo le PL3, vedremo cosa sarà possibile fare in qualifica. Non siamo troppo lontani dalla Top 10, dobbiamo solo concentrarci su noi stessi e sperare di entrare in Q3 domani”.

Yuki Tsunoda (AT03-02, Car 22)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:21.814, 10° pos., 28 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:21.285, 14° pos., 29 giri

“Al momento non sono molto soddisfatto della macchina. Abbiamo tanto lavoro da fare per domani se vogliamo puntare alla Q3 in qualifica. Credo però sia possibile, abbiamo ancora un’altra sessione di prove per apportare le modifiche alla vettura e tirare fuori il massimo da questo pacchetto. Al momento, il weekend è filato via liscio, spero continui così e che domenica si possa ambire alla zona punti”.

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer)

“Barcellona è una pista che team e piloti conoscono bene, ma oggi le condizioni erano notevolmente diverse rispetto a quelle dei test invernali con le temperature della pista vicine ai 50°C. Questo ha avuto un grande impatto sulle prestazioni delle gomme, sia in termini di aderenza che di bilanciamento e le caratteristiche di guidabilità sono state esasperate. Nelle PL1 ci siamo concentrati su un ampio programma di test aerodinamici e meccanici con entrambe le vetture: questo ci ha permesso di confermare alcune teorie fatte alla vigilia del weekend. Abbiamo utilizzato quanto appreso nella prima ora per le PL2, concentrandoci sulle performance su stint brevi con gomme Soft e poi dei long run per valutare le gomme migliori per la gara. Le Soft hanno una migliore aderenza ma anche un maggiore degrado rispetto alle Medium e alle Hard: dobbiamo rivedere la scelta migliore per domenica, considerando che sarà la giornata più calda del fine settimana. Nonostante le modifiche alla vettura per le PL2, nessuno dei due piloti era completamente soddisfatto dal bilanciamento. Stasera ci attende molto lavoro per analizzare i dati e settare la vettura nel miglior modo possibile in vista di domani”.