Pierre Gasly (AT01-04, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:36.706, 10° pos., 25 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:35.210, 11° pos., 35 giri

Prove libere GP Russia 2020 con Pierre Gasly della Scuderia AlphaTauri

“Penso che la prima sessione sia stata un po’ caotica a causa di episodi come la virtual safety car o la bandiera rossa. Non abbiamo avuto una sessione pulita, mentre invece la seconda sessione è andata bene. Pare abbiamo un buon passo gara e sono abbastanza contento del comportamento della vettura nei long run. Per quanto riguarda la qualifica, credo ci manchi ancora qualcosa per poter davvero lottare per la Q3, quindi stasera avremo un bel po’ di lavoro da fare per poter fare un altro passo avanti”.

 

Daniil Kvyat (AT01-02, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:36.230, 7° pos., 22 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:35.461, pos. 13th, 37 giri 

Prove libere Gran Premio Russia 2020 con Daniil Kvyat della Scuderia AlphaTauri

Sono soddisfatto sia del lavoro che abbiamo svolto oggi, sia del numero di giri completati. C’è ancora del lavoro da fare per quel che riguarda il bilanciamento, ma è a questo che servono i venerdì, a cercare di correggere tutto in vista del sabato. Per il resto del weekend farà abbastanza caldo, quindi faremo del nostro meglio per spingere la macchina al massimo in qualsiasi condizione. Lavorare bene questa sera ci consentirà di lottare domani per entrare in Q3”.

Prove libere GP Russia 2020 con Daniil Kvyat della Scuderia AlphaTauri

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):

“Una delle incognite più grandi di questo weekend sarà la prestazione delle gomme. Riteniamo che nominare la mescola C5 sia stata una scelta piuttosto aggressiva, se consideriamo quanto visto negli anni precedenti – due anni fa, in particolare – con la C4 che ha sofferto di graining. Uno dei nostri principali obiettivi è stato quello di individuare la migliore strategia per la gara. Abbiamo scelto di usare le Prime con entrambi i piloti nelle Libere 1 e questo ci ha consentito di essere costanti durante tutta la sessione, così da poterci concentrare sul fare un buon lavoro di messa a punto a livello meccanico e cercare di ottimizzare il bilanciamento della AT01 su questa pista.

Questa è una pista abbastanza particolare, con i primi due settori caratterizzati da curve di media velocità e un ultimo settore con curve lente. E con le alte temperature, diventa piuttosto dura sulle gomme posteriori e il bilanciamento della vettura, nella parte finale del giro, è piuttosto diverso rispetto all’inizio. I nostri test di messa a punto miravano proprio a ottimizzare questo aspetto sul singolo giro. Pierre non ha avuto la più facile delle sessioni, con la bandiera rossa che è stata esposta proprio mentre iniziava il suo giro cronometrato con il secondo set di gomme. Quando è rientrato in pista, con gomme fredde, non abbiamo potuto leggere bene i dati. Daniil è stato molto competitivo e le modifiche apportate ci hanno dato una buona direzione da seguire per la seconda sessione.

Nelle Libere 2, i nostri piloti hanno montato le gomme Base e hanno fatto registrare tempi molto competitivi, riportando un buon bilanciamento della vettura. Una volta passati alle Option, siamo migliorati ma forse non quanto ci aspettavamo, quindi stasera dovremo valutare un po’ meglio. Le performance delle C5 sui long run non sono state malaccio e le gomme hanno resistito abbastanza bene. Stasera dovremo mettere tutti insieme i numeri e trovare la migliore strategia per la gara”.