Pierre Gasly (AT03-01, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:12.467, 10° pos., 32 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:14.371, (Q2) 1:11.631, 12° pos.

“In Q1 abbiamo rischiato montando per primi le slick e l’azzardo ha pagato. Sapevamo che la pista si sarebbe asciugata nel Q2 e abbiamo mancato l’ingresso in Q3 per soli 4 decimi, ma nel complesso credo sia stata una qualifica positiva e posso essere soddisfatto dei miei giri. Il passo c’era e quindi aver mancato la Q3 ha il sapore dell’occasione persa, soprattutto se guardiamo chi è in pole. Siamo in una buona posizione per cercare di recuperare domani nella Sprint e partire un po’ più avanti nella gara di domenica”.

Yuki Tsunoda (AT03-03, Car 22)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:13.347, 19° pos., 32 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:16.264, 19° pos.

“Sono ovviamente deluso per oggi, in generale mi è mancato grip fin dalle prime prove e non siamo riusciti a trovare una soluzione prima di iniziare le qualifiche. Sono riuscito ad andare in pista con le slick per un paio di giri in Q1 per cercare di fare un buon giro, ma purtroppo non avevo il passo necessario mancandomi aderenza”.

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer)

“Il meteo può riservare delle sorprese in Brasile e questo weekend finora ne è stato la dimostrazione. Correndo con il format della Sprint questo fine settimana abbiamo dovuto completare tutto il lavoro di messa a punto prima delle qualifiche, poiché le vetture entrano poi in regime di parco chiuso e non è più possibile fare ulteriori modifiche. Così, durante la prima sessione, ci siamo concentrati sulla preparazione della qualifica e sulla messa a punto delle vetture. Sulla vettura di Pierre abbiamo trovato un buon bilanciamento, mentre Yuki ha faticato un po’ di più a trovare aderenza e così abbiamo apportato ulteriori modifiche in vista delle qualifiche. Tra le due sessioni ha piovuto e così le qualifiche sono iniziate con l’asfalto ancora umido. Abbiamo fatto delle scelte ragionevoli con la scelta degli pneumatici, ma Yuki ha continuato ad avere problemi di aderenza e così è stato eliminato in Q1. Pierre ha fatto un ottimo lavoro ed è passato in Q2. Aveva un passo promettente, ma con il secondo set di slick a contare è stato il primo giro, perché è tornata a cadere una leggera pioggia, ma non aveva la giusta finestra di temperatura all’anteriore e non è riuscito a fare un giro abbastanza buono per l’ingresso in Q3.  È deludente, perché fino a quel momento avevamo fatto un’ottima prestazione e avremmo potuto sfruttare l’occasione nell’ultima parte delle qualifiche. Adesso le vetture sono in parco chiuso, quindi non potremo fare ulteriori modifiche: domani ci concentreremo sul capire il comportamento delle gomme e cercare così di recuperare delle posizioni nella Sprint e durante il GP. Le previsioni meteo per domani parlano ancora di una possibilità di pioggia e questo potrebbe giocare a nostro favore: speriamo di poter recuperare sia domani che nella gara di domenica”.

RISULTATI DELLA SESSIONE - CLASSIFICA COMPLETA

POSDRIVERTEAMTIME
1Kevin MagnussenHaas Ferrari1:11.674
2Max VerstappenRed Bull Racing RBPT1:11.877
3George RussellMercedes1:12.059
4Lando NorrisMcLaren Mercedes1:12.263
5Carlos SainzFerrari1:12.357
6Esteban OconAlpine Renault1:12.425
7Fernando AlonsoAlpine Renault1:12.504
8Lewis HamiltonMercedes1:12.611
9Sergio PerezRed Bull Racing RBPT1:15.601
10Charles LeclercFerrariDNF
Q2
11Alexander AlbonWilliams Mercedes1:11.631
12Pierre GaslyAlphaTauri RBPT1:11.675
13Sebastian VettelAston Martin Aramco Mercedes1:11.678
14Daniel RicciardoMcLaren Mercedes1:12.140
15Lance StrollAston Martin Aramco Mercedes1:12.210
Q3
16Nicholas LatifiWilliams Mercedes1:15.095
17Guanyu ZhouAlfa Romeo Ferrari1:15.197
18Valtteri BottasAlfa Romeo Ferrari1:15.486
19Yuki TsunodaAlphaTauri RBPT1:16.264
20Mick SchumacherHaas Ferrari1:16.361