Pierre Gasly ha avuto un buon inizio, completando ben 74 giri a bordo della sua nuova AT02, risultando il pilota con più giri all’attivo alla fine della giornata. Una prima performance solida che lo ha visto chiudere in P2 prima della pausa pranzo e in P8 al termine della giornata.  Nel pomeriggio è arrivato il turno di Yuki Tsunoda che ha dovuto affrontare condizioni più difficili, a causa dell’aumento del vento che ha portato in pista una gran quantità di polvere e sabbia. Il vento e la sabbia – sia quella in aria che quella depositata lungo il tracciato – non hanno reso le cose semplici. Nonostante una sessione più corta per lui a causa di un problema alla macchina, è riuscito a completare 37 giri e chiudere in P9 alla fine del suo primo giorno. Domani entrambi i piloti andranno nuovamente in pista per la seconda giornata, con Tsunoda che guiderà al mattino, mentre Gasly si metterà al volante durante il pomeriggio.

Pierre Gasly #10  
Miglior Tempo: 1.32.231
74 giri– 400.488 km
8 pos.

Test Bahrain 2021 Day 1 Formula 1 con Pierre Gasly Scuderia AlphaTauri

“Stamattina è andato tutto molto bene, abbiamo avuto un inizio positivo e siamo riusciti a fare molti giri, che era il nostro obiettivo primario oggi. Avendo solo tre giorni di test a disposizione è importante sfruttare al meglio ogni minuto in pista. Abbiamo completato interamente quanto programmato durante il primo giorno e mi sono trovato a mio agio con la macchina. Certo, ci sono delle aree su cui dobbiamo lavorare e migliorare, ma cose normali per il primo giorno. Le condizioni di oggi sono state piuttosto difficili, perché le auto di F1 non reagiscono bene con tutto questo vento, ma è stato utile per capire come si comporta la macchina in questa situazione, specialmente perché la prima gara si correrà proprio su questa pista”.

 

Yuki Tsunoda #22
Miglior tempo: 1.32.727
37 giri– 200.244 km
9° pos.

Test Bahrain 2021 Day 1 Formula 1 con Yuki Tsunoda Scuderia AlphaTauri

“È stato fantastico poter finalmente provare adeguatamente la nuova vettura durante la sessione pomeridiana e completare così il mio primo test pre-stagione come pilota della Scuderia AlphaTauri. Ovviamente, il chilometraggio e la raccolta dei dati sono fondamentali per me: come rookie voglio ottenere il massimo e imparare il più possibile in vista della prima gara che si correrà proprio qui in Bahrain. Purtroppo, questa è stata una sessione piuttosto difficile. Il tempo è stato brutto, con la sabbia e il vento che hanno reso complicata la guida. Poi il team ha rilevato un problema con il sistema di alimentazione della macchina e sono stato costretto a chiudere anticipatamente la sessione. Adesso però il team sta indagando sul problema e sarò pronto a tornare in pista quando le luci del semaforo torneranno verdi, domattina”.

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer)

“Tornare in pista in Bahrain e fare il primo vero test con la AT02 è stato fantastico. Stamattina è toccato a Pierre mettersi al volante e con lui abbiamo completato alcuni run e mappature aerodinamiche prima di addentrarci nella sessione. La vettura si è comportata molto bene al mattino e abbiamo completato il programma per intero, senza problemi. Ovviamente siamo piuttosto limitati dall’avere solo tre giorni di test, così abbiamo provato a fare molti chilometri. Nel pomeriggio a scendere in pista è stato Yuki, ma per diversi motivi possiamo dire che non è stato un pomeriggio tranquillo. Prima di tutto per la sabbia – sia in pista che nell’aria – che ha reso tutto molto più difficile e la pista era anche più lenta all’inizio. Poi sfortunatamente abbiamo individuato dei problemi nel sistema di alimentazione e questo ha influito sulla maggior parte dei suoi giri e non potevamo contare su dei run costanti. È stato un peccato, ma ci siamo fermati ancora prima della bandiera a scacchi per indagare sul problema e risolverlo prima del prossimo turno di domani”.